Populorum progressio tra ricordi e speranze.

Collana: Collana dell’Osservatorio/05
Editore: Edizioni Cantagalli
Pagine: 110
Prezzo: €8.5

ovo titolo nella Collana del nostro Osservatorio presso l’Editore Cantagalli di Siena (Italia): il Cardinale Poupard scrive un intenso contributo, denso di ricordi anche personali, sulla Populorum Progressio di Paolo VI nel 40mo anniversario della sua pubblicazione. L’Autore è attualmente Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso.

 

 

All’indomani del Concilio Ecumenico Vaticano II la Chiesa assume consapevolezza della propria missione ad essere “lievito nella pasta” di una società multirazziale, multiculturale e multireligiosa in un momento storico di grandi cambiamenti sociali e politici..

L’allora Pontefice Paolo VI, nella Pasqua del 1967, emana l’Enciclica Populorum Progressio nella quale raccoglie le tensioni del proprio tempo e le prospettive per quello futuro, delineandone con incredibile acutezza “la previsione, l’analisi e la terapia”. Il messaggio lanciato dal Pontefice è molto semplice e al contempo innovativo: l’umanità deve tendere ad uno sviluppo umano, solidale e globale.

In questo libro il Card Poupard ripercorre, attraverso i propri ricordi, i passaggi fondamentali della elaborazione dell’enciclica e ne fa rivivere la forza pulsante. A quarant’anni di distanza infatti, la proposta unitaria della Populorum Progressio è più attuale che mai e di un urgenza ancora maggiore.

In lla che può a ragione essere quindi definita una enciclica sulla globalizzazione ante litteram, con coraggio apostolico Papa Paolo VI sottolineò l’urgenza di una azione solidale mondiale che portasse l’intera umanità verso la realizzazione del proprio sviluppo morale e materiale. Il percorso verso il raggiungimento di tale obiettivo è a senso unico e passa attraverso valori quali la giustizia sociale, il dialogo incentrato sull’uomo, la pace tra i popoli e una economia internazionale concepita in un contesto di collaborazione globale.

  

 libro è il quinto della Collana “Quaderni dell’Osservatorio”, frutto della collaborazione tra l’Editore Cantagalli e l’Osservatorio Internazionale Cardinale Van Thuân sulla Dottrina sociale della Chiesa. La Collana pubblica testi brevi, efficaci e propositivi che, ispirati alla Dottrina sociale della Chiesa, offrano piste di riflessione e di azione per affrontare i nuovi problemi sociali dell’umanità di oggi.  

la stessa collana: Giampaolo Crepaldi e Stefano Fontana, “La dimensione interdisciplinare della Dottrina sociale della Chiesa”; Giampoalo Crepaldi, “Globalizzazione. Una prospettiva cristiana”; Stefano Fontana “Per una politica dei diveri dopo il fallimento della stagione dei diritti”; Camillo Ruini “Verità di Dio e verità dell’uomo”.